In concorso

Come le lumache Like Snails

Regia di Margherita Panizon
Italia 2022
Durata 19'

Simone è un giovane ragazzo che si arrampica tra gli arbusti del Carso triestino, nel mondo magico dell’infanzia dove si nasconde per sentirsi libero. Lui è un “fantasma” per gli altri, i coetanei che lo conoscono solo per ciò che vedono: un diverso etichettato secondo semplici stereotipi. Sayid invece è un giovane migrante, uno dei molti adolescenti che, come fantasmi, lasciano tracce su quello stesso paesaggio. Queste due tipologie di creature s’incontreranno in uno spazio magico e si aiuteranno a vicenda a rendersi meno invisibili ai propri occhi, attraverso un piccolo viaggio tra i boschi verso il mondo reale. In questo percorso i due si conoscono e imparano a conoscere paure e passioni reciproche e si scoprono meno diversi di quanto sembrano.

Regia 
Margherita Panizon

Sceneggiatura
Marco Borromei e Margherita Panizon

Fotografia
Francesca Zonars

Montaggio
Chiara Dainese

Musiche
Francesco Rita

Suono
Eric Nardin

Scenografia
Miriam Ceravolo

Costumi
Gilda Venturini

Interpreti
Orlando Moro, Seif Bakr

Produzione
Sarah Pennacchi, Giuseppe Gori Savellini (TICO Film)

Giuseppe Gori Savellini
giuseppe.gorisavellini@ticofilm.com

Stampa
Lo Scrittoio
pressoffice@scrittoio.net

giovedì 01.09
09.00 Sala Perla
Press, Industry

venerdì 02.09
14.00 Sala Perla
Pubblico, Tutti gli accrediti

sabato 03.09
19.30 Sala Corinto
Pubblico, Tutti gli accrediti

Margherita Panizon

Margherita Panizon (1989), dopo la laurea in cinema e teatro pratico alla University of Reading (UK), frequenta l’Atelier del cinema del reale di FilmAP a Napoli. Partecipa a laboratori di documentario partecipativo in qualità di docente, da queste esperienze nascono due progetti: La vasca del capitone – Appunti sul carcere e Melarancholia, parte del progetto promosso da SIAE Illumina dal nome Città visibile. Vive per un periodo a Parigi dove lavora presso la casa di produzione francese Les Film d’Ici; qui ha la possibilità di lavorare tra le altre alla produzione di Fuocoammare di Gianfranco Rosi. Al momento si sta dedicando alla fase di sviluppo del suo primo lungometraggio di finzione Lo sconsegnato, finalista al premio Solinas nell’edizione del 2021.

Vedi anche: