In concorso

Freikörperkultur

Regia di Alba Zari
Italia 2021
Durata 18'

Una famiglia trascorre i mesi estivi su una spiaggia per nudisti. L’intimità e la bellezza dei corpi nudi, le foglie che disegnano forme geometriche sulla pelle, l’acqua che sembra liberare da ogni pensiero. Freikörperkultur è una poesia sul desiderio di ciò che è perduto e non tornerà mai più. È la cacciata dall’Eden.

Regia
Alba Zari

Sceneggiatura
Alba Zari

Fotografia
Alba Zari

Montaggio
Fabio Toich

Musiche
Andrea Gulli, Giorgio Pacorig

Suono
Massimilano Borghesi

Testo e voce
Sandro Pivotti

Produzione
Manuela Buono (Slingshot Films)

Vendite internazionali
Slingshot Films

Ufficio stampa
Manuela Buono
manuela@slingshotfilms.it

Alba Zari

Alba Zari (1987) fin da piccola conduce una vita nomade che la porta a vivere in città e nazioni differenti. Nata in Thailandia, si laurea al DAMS di Bologna in cinematografia per poi specializzarsi in fotografia e visual design alla NABA di Milano, proseguendo gli studi in fotografia documentaria all’International Center of Photography di New York. L’esperienza di viaggiatrice influenza e si riflette nella sua pratica fotografica, volta ad indagare temi di contenuto sociale. Collabora stabilmente con brand di moda e testate giornalistiche. Tra i suoi lavori recenti: Places (2015) libro e progetto fotografico condotto con ElementWo sull’analisi della comunicazione visiva della propaganda dell’ISIS; Radici (2013), progetto documentaristico sulla vegetazione del deserto del Mesr in Iran, The Y – Research of biological father (2017), nato da un viaggio alla ricerca delle sue origini. Attualmente sta lavorando a una ricerca sulla propaganda della Setta dei Bambini di Dio in India, Nepal e Thailandia, e alla realizzazione di White Lies, il suo primo lungometraggio documentario.

Vedi anche: