In concorso

Freikörperkultur

Regia di Alba Zari
Italia 2021
Durata 18'

Una famiglia trascorre i mesi estivi su una spiaggia per nudisti. L’intimità e la bellezza dei corpi nudi, le foglie che disegnano forme geometriche sulla pelle, l’acqua che sembra liberare da ogni pensiero. Freikörperkultur è una poesia sul desiderio di ciò che è perduto e non tornerà mai più. È la cacciata dall’Eden.

Regia
Alba Zari

Sceneggiatura
Alba Zari

Fotografia
Alba Zari

Montaggio
Fabio Toich

Musiche
Andrea Gulli, Giorgio Pacorig

Suono
Massimilano Borghesi

Testo e voce
Sandro Pivotti

Produzione
Manuela Buono (Slingshot Films)

Vendite internazionali
Slingshot Films

Ufficio stampa
Manuela Buono
manuela@slingshotfilms.it

mercoledì 08.09
08.30 Sala Perla
Press, Industry

giovedì 09.09
13.30 Sala Perla
Tutti gli accrediti

venerdì 10.09
09.00 Sala Perla
Tutti gli accrediti

Alba Zari

Alba Zari (1987) fin da piccola conduce una vita nomade che la porta a vivere in città e nazioni differenti. Nata in Thailandia, si laurea al DAMS di Bologna in cinematografia per poi specializzarsi in fotografia e visual design alla NABA di Milano, proseguendo gli studi in fotografia documentaria all’International Center of Photography di New York. L’esperienza di viaggiatrice influenza e si riflette nella sua pratica fotografica, volta ad indagare temi di contenuto sociale. Collabora stabilmente con brand di moda e testate giornalistiche. Tra i suoi lavori recenti: Places (2015) libro e progetto fotografico condotto con ElementWo sull’analisi della comunicazione visiva della propaganda dell’ISIS; Radici (2013), progetto documentaristico sulla vegetazione del deserto del Mesr in Iran, The Y – Research of biological father (2017), nato da un viaggio alla ricerca delle sue origini. Attualmente sta lavorando a una ricerca sulla propaganda della Setta dei Bambini di Dio in India, Nepal e Thailandia, e alla realizzazione di White Lies, il suo primo lungometraggio documentario.