In concorso

Zalava

Regia di Arsalan Amiri
Iran 2021
Durata 93'

1978, gli abitanti di un piccolo villaggio chiamato Zalava sono convinti che un demone sia tra loro. Un giovane sergente che indaga sul caso decide di arrestare l’esorcista che tenta di scacciare il demone dal villaggio. Ma improvvisamente si ritroverà bloccato in una casa maledetta con la sua amante e gli abitanti del villaggio li crederanno entrambi posseduti.

Regia
Arsalan Amiri

Sceneggiatura
Arsalan Amiri, Ida Panahandeh, Tahmineh Bahram

Fotografia
Mohammad Rasouli

Montaggio
Emad Khodabaksh

Musiche
Ramin Kousha

Suono
Rashid Daneshmand, Amir Hossein Ghasemi

Scenografia
Mohammad Reza Shojaie

Costumi
M. Hossein Karami

Interpreti
Navid Pourfaraj, Pouria Rahimi Sam, Hoda Zeinolabedin, Baset Rezaei, Shaho Rostami, Fereydoun Hamedi, Zahed Zandi, Saleh Rahimi

Produzione
Samira Baradari e Rouhollar Baradari (Touba Films)

Co-produzione
Ruth Yoshie Linton

Ruth Yoshie Linton
kie.ruth@gmail.com

martedì 07.09
08.45 Sala Perla
Press, Industry

mercoledì 08.09
13.15 Sala Perla
Tutti gli accrediti

giovedì 09.09
19.15 Sala Astra 1
Pubblico, Tutti gli accrediti
19.30 Sala Astra 2
Pubblico, Tutti gli accrediti

36SIC Arsalan Amiri

Arsalan Amiri (1975) è nato in Kurdistan, Iran. Ha conseguito un B.A. in regia cinematografica presso l’Art University di Teheran e un master in letteratura drammatica presso l’Università di Teheran. Nel 2003 ha iniziato a scrivere sceneggiature, montare e realizzare documentari. Il suo primo lungometraggio co-scritto, Nahid (2015), diretto da Ida Panahandeh, ha vinto il Premio Futuro Promettente in Un Certain Regard al 68esimo Festival di Cannes. Ha continuato la sua collaborazione con Panahandeh nei suoi ultimi tre film come co-sceneggiatore, montatore e produttore: Israfil (2017), The Nikaidos’ Fall (2018- Giappone e Hong Kong) e TiTi (2020). Zalava, realizzato nel Kurdistan iraniano, è il suo primo lungometraggio come regista.