Evento speciale cortometraggio di chiusura

Zombie

Regia di Giorgio Diritti
Italia 2020
Durata 13'

È il giorno di Halloween. Camilla è fuori da scuola. Cerca con gli occhi il padre, ma ad aspettarla è la madre, Paola, che la porta in pasticceria e le dice di prendere quello che vuole: è un giorno speciale. Una volta a casa, Paola traveste la figlia da zombie: sta arrivando l’atteso momento del “dolcetto o scherzetto”. Un cappuccio con due fori sugli occhi le copre il volto, Camilla osserva il paese animarsi per la festa dei morti, passeggia per le vie del paese mano nella mano con la madre che però…

Sceneggiatura
Cristina Perico

Fotografia
Matteo Cocco

Montaggio
Corrado Iuvara

Musiche
Maichol Bondanelli, Sergio Bachelet

Suono
Carlo Missidenti

Scenografia
Cristina Bartoletti

Costumi
Chiara Capaccioli

Interpreti
Elena Arvigo, Greta Buttafava

Produzione
Giorgio Diritti e Simone Bachini (Aranciafilm), con Rai Cinema, in collaborazione con Paola Pedrazzini e Pier Giorgio Bellocchio (Fondazione Fare Cinema)

Ufficio stampa
Vera Usai
vera.usai@raicinema.it

Produzione
Arancia Film
amministrazione@aranciafilm.com

SIC@SIC 2020 Giorgio Diritti

Giorgio Diritti (1959), regista, sceneggiatore e produttore. Dopo un’esperienza pluriennale di collaborazione con importanti registi italiani, dirige documentari, cortometraggi e programmi televisivi. Il suo primo cortometraggio, Cappello da marinaio (1990), è stato selezionato in concorso a numerosi festival internazionali. Nel 1993 ha realizzato il film per la TV Quasi un anno. Il suo film d’esordio, Il vento fa il suo giro (2005), partecipa a oltre 60 festival nazionali e internazionali, vincendo una quarantina di premi. Riceve 5 candidature ai David di Donatello e 4 ai Nastri D’argento. Il film diventa un “caso nazionale” e conquista il pubblico. L’uomo che verrà (2009) viene presentato nella selezione ufficiale del Festival Internazionale del Film di Roma, dove vince il Gran Premio della Giuria Marc’Aurelio D’argento, il Premio Marc’Aurelio D’oro del Pubblico e il Premio “La Meglio Gioventù”. Il film partecipa a molti festival nazionali e internazionali ricevendo numerosi riconoscimenti. Si aggiudica inoltre 3 David di Donatello, tra cui Miglior film, e 3 Nastri d’Argento. Parallelamente all’attività cinematografica, documentaristica e audiovisiva, lavora in ambito teatrale dove produce e dirige vari spettacoli, uno tra questi Novelle fatte al piano. Tra il 2010 e il 2011 Diritti cura la regia de Gli occhi gli alberi le foglie, presentato la prima volta in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Bologna. L’attenzione verso il cinema del reale e il legame con la città di Bologna caratterizzano nel tempo i lavori di Diritti che nel 2012 realizza un documentario per il nuovo circuito di musei bolognesi Genus Bononiae. Nel 2013 co-produce e dirige il film Un giorno devi andare presentato in concorso al Sundance Film Festival. Nel 2014 pubblica il suo primo romanzo Noi due, edito da Rizzoli, e nel 2015 L’Uomo fa il suo giro edito da Laterza. Nel 2016 il documentario Bologna 900 viene presentato in Piazza Maggiore in occasione del nono centenario del Comune. Il suo ultimo film Volevo nascondermi, sul pittore Antonio Ligabue, è stato presentato in concorso al Festival di Berlino dove ha vinto l’Orso d’Argento per il Miglior Attore a Elio Germano. Il film è stato inoltre premiato come Film dell’Anno ai Nastri D’argento 2020.

Vedi anche: