Evento speciale film di chiusura

The Rossellinis

Regia di Alessandro Rossellini
Italia, Lettonia 2020
Durata 90'

Roberto Rossellini è stato un genio del cinema ed un padre spiccatamente anticonformista. I suoi amori hanno riempito le prime pagine dei giornali di tutto il mondo, scandalizzando la rigida morale degli anni Cinquanta e dando alla luce una famiglia numerosa, orgogliosamente multietnica e decisamente allargata. Alessandro, primo nipote del grande regista, ha avuto una carriera traballante da fotografo e un lungo passato di tossicodipendenza. Come primo nipote di un genio, non si sente all’altezza del cognome. Decide così di girare a 55 anni il suo primo film, affrontando con ironia la saga dei Rossellini e obbligando i parenti ad un’impossibile terapia familiare davanti alla macchina da presa.

Sceneggiatura
Andrea Paolo Massara, Alessandro Rossellini, Dāvis Sīmanis

Fotografia
Valdis Celmiņš

Montaggio
Ilaria de Laurentiis

Musiche
Margherita Vicario, Elisabetta Spada, Ruggero Catania, Luigi De Gaspari, Stefano Brunetti

Suono
Stefano Varini

Costumi
Dolce & Gabbana

Co-regia
Lorenzo D’Amico de Carvalho

Producer
Maria Teresa Tringali (B&B Film)

Interpreti
Isabella Rossellini, Renzo Rossellini, Ingrid Rossellini, Robin Rossellini, Nur Rossellini, Alessandro Rossellini

Produzione
Raffaele Brunetti (B&B Film)

Co-produzione
Uldis Cekulis (VFS Films) con Rai Cinema, in associazione con Istituto Luce-Cinecittà

Distribuzione italiana
Nexo Digital

Vendite internazionali
Cinephil

Ufficio Stampa
Lucrezia Viti
lucreziaviti@presspress.it

Vendite internazionali
Cinephil
philippa@cinephil.co.il

giovedì 10.09
08.45 Sala Perla
Press, Industry

venerdì 11.09
14.00 Sala Perla
Press, Industry

sabato 12.09
08.45 Sala Perla
Press, Industry

35. SIC Alessandro Rossellini

Alessandro Rossellini (1963) ha collaborato come fotografo di scena e assistente di produzione a film di Federico Fellini, Martin Scorsese e David Lynch, e ha lavorato come assistente alla fotografia a Bruce Weber, Michel Comte e Marco Glaviano. Ha anche lavorato come fotografo free lance per Vogue, Amica e Repubblica e ha diretto documentari su figure di spicco del cinema italiano. Nel 2015 ha diretto il corto – documentario Viva Ingrid!, selezionato alla Mostra del Cinema di Venezia. Ha recentemente collaborato con varie organizzazioni che offrono aiuto per tossicodipendenti.